Utilizziamo cookie di servizi di terze parti per attività di marketing e per offrirti una migliore esperienza. Leggi come utilizziamo i cookie e come puoi controllarli facendo clic su "Preferenze sulla privacy".


Preferenze sulla privacy

Preferenze sulla privacy

Quando visiti un sito web, questo può memorizzare o recuperare informazioni attraverso il tuo browser, solitamente sotto forma di cookie. Poiché rispettiamo il tuo diritto alla privacy, puoi scegliere di non consentire la raccolta di dati da determinati tipi di servizi. Tuttavia, non consentire questi servizi potrebbe influire sulla tua esperienza di navigazione.

  • Privacy Policy

    Informativa Privacy

    Lo scopo dell'informativa privacy è di fornire la massima trasparenza relativamente alle informazioni che il sito raccoglie e come le usa.

    In ottemperanza degli obblighi derivanti dalla normativa nazionale e europea (Regolamento europeo per la protezione dei dati personali), rispettiamo e tuteliamo la riservatezza dei visitatori e degli utenti, ponendo in essere ogni sforzo possibile e proporzionato per non ledere i diritti degli utenti.

    Non pubblichiamo annunci pubblicitari, non usiamo dati a fini di invio di pubblicità, però facciamo uso di servizi di terze parti al fine di migliorare l'utilizzo del sito, terze parti che potrebbero raccogliere dati degli utenti e poi usarli per inviare annunci pubblicitari personalizzati su altri siti. Tuttavia poniamo in essere ogni sforzo possibile per tutelare la privacy degli utenti e minimizzare la raccolta dei dati personali. Ad esempio, usiamo in alcuni casi video di YouTube, i quali sono impostati in modo da non inviare cookie (e quindi non raccogliere dati) fino a quando l'utente non avvia il video. Potete osservare, infatti, che al posto del video c'è solo un segnaposto (placeholder). Il sito usa anche plugin sociali per semplificare la condivisione degli articoli sui social network. Tali plugin sono configurati in modo che inviino cookie (e quindi eventualmente raccolgano dati) solo dopo che l'utente ha cliccato sul plugin.

    A titolo informativo si precisa che la gestione dei cookie è complicata, sia da parte nostra, come gestori del sito (che potremmo non riuscire a gestire correttamente i cookie di terze parti) che da parte dell'utente (che potrebbe bloccare cookie essenziali per il funzionamento dei sito). Per cui un modo migliore, e più semplice, per tutelare la privacy sta nell'utilizzo di strumenti anti-traccianti, che bloccano quindi il tracciamento da parte dei siti terzi (A tal fine si consiglia l'utilizzo di Privacy Badger e uBlock Origin)

    Per ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali potete leggere l'informativa completa qui sotto


     

    RICHIESTO
  • Rete per la distribuzione di contenuti
    Alcuni contenuti resi disponibili in questo sito, sono forniti da terze parti, il cui corretto funzianamento potrebbe richiedere il tracciamento attraverso il browser e script contenuti nelle pagine. Il tracciamento del traffico è finalizzato alla raccolta di dati che consentono la statistica dettagliata degli utenti, come gruppo e non come singole persone.
    RICHIESTO
  • Youtube (Hosting Video Platform by Google Inc.)
    Potrebbe tracciare l'utente che visiona i video per poi produrre una statistica, sul comportamento della visione, della sua geolocalizzazione e dei tempi di permanenza, come gruppo e non come singoli.
  • Vimeo (Hosting Video Platform)
    Potrebbe tracciare l'utente che visiona i video per poi produrre una statistica, sul comportamento della visione, della sua geolocalizzazione e dei tempi di permanenza, come gruppo e non come singoli.
  • Google Ads (Advertisement Delivery Network)
    il nostro sito non presenta annunci pubblicitari, ma il traffico dell'utente che visiona le pagina, può produrre una preferenza che si traduce in annunci personalizzati rispetto ai dati di navigazioni presenti nella cronologia e dai cockie del browser.
  • Facebook & Instagram (Social Media)
    potrebbero raccoglie informazioni sul traffico prodotto in cronologia e dai cockie, per personalizzare l'esperienza rispetto al social.

Odontoiatria e Gravidanza



Odontoiatria e Gravidanza

gravidanza e salute orale

La salute del sorriso in gravidanza può prevenire le patologie orali in gravidanza.

Una buona salute durante la gravidanza e dopo il parto si estende oltre il periodo perinatale ed è un elemento essenziale per la salute futura della madre e
del bambino. Evidenze cliniche hanno collegato l'esposizione perinatale agli antibiotici e agli antimicrobici ad una maggiore suscettibilità del bambino a molte condizioni, tra cui asma, allergie, obesità, ipertensione e altre malattie metaboliche nella vita adulta, a cominciare già dalla prima infanzia.

 

Corretto stile di vita, quindi come prevenire le patologie orali in gravidanza?

Per la salute del cavo orale è necessario seguire corretti stili di vita che permettano l'equilibrio batterico del cavo orale. Tra i corretti stili di vita è importante tenere in considerazione questi:
- Effettuare la prima visita odontoiatrica prima della gravidanza o entro il primo trimestre di gravidanza ed eseguire controlli periodici ogni tre mesi {inizio gravidanza, inizio secondo trimestre, inizio terzo trimestre, 23 mesi dopo il parto).
- Sottoporsi a sedute di igiene orale professionale.
- Assumere i probiotici, microrganismi vivi e vitali, che conferiscono benefici alla salute della donna in gravidanza se consumati in adeguate quantità, come parte di un alimento o di un integratore.
- Spazzolare il cavo orale almeno due volte al giorno, chiedere al dentista quali prodotti sono più indicati, in modo da ridurre la formazione della placca.
- Utilizzare il filo interdentale e/o scovolini per la rimozione della placca batterica interprossimale.
- Eliminare stili di vita voluttuari quali fumo e alcol.
- Seguire corretti stili di vita alimentari .

 

Le patologie in gravidanza.

La possibilità di interrompere quei processi che, durante la gravidanza, possono portare a problemi di salute più tardi nella vita, o di intervenire durante la
gravidanza per promuovere la salute delle donne in seguito, fornisce una forte motivazione per trattare il periodo perinatale.

L'evidenza scientifica ha confermato una relazione tra il microbiota orale della madre, le modalità di parto e di alimentazione e la formazione del microbiota orale nei primi mille giorni di vita del bambino.

Gengivite Gravidica.
E' un'infiammazione a carico dei tessuti molli che circondano il dente, senza perdita di tessuto osseo; essa è caratterizzata da gonfiore arrossamento e
sanguinamento gengivale conseguenti all'accumulo di placca batterica.

Studi epidemiologici evidenziano come fino al 60/70% delle donne in gravidanza evidenziano segni clinici di gengivite. I disturbi gengivali possono costituire un fattore di rischio per il diabete gestazionale, il quale rappresenta una sfida legata specificatamente al periodo della gravidanza e che si lega ai cambiamenti fisiologici, colpisce circa il 4-5 % delle donne in attesa, in genere tra il primo e il secondo trimestre, solitamente si risolve dopo la nascita del bambino ma, col passare del tempo, aumenta il rischio di diabete di tipo 2.

Il diabete gestazionale può anche causare problemi durante la gravidanza e il parto, come l'aumento della pressione sanguigna della mamma o l'aumento delle dimensioni del bambino, rendendo spesso necessario un cesareo.
 

Epulide Gravidica.
Si presenta con un rigonfiamento gengivale e può interessare anche altre zone del cavo orale quali: palato, lingua, interno delle guance e labbra,
sebbene la gengiva resti la sede di formazione prediletta.

Le epulidi sanguinano velocemente, in particolare a partire dal terzo mese di gravidanza, e normalmente scompaiono al parto, riducendosi progressivamente in maniera spontanea.

 


Afte.
Il manifestarsi frequente di afte, dolorose (soprattutto nei primi 3/4 gg)all'interno della bocca, delle guance e talvolta anche sulla lingua. Le cause della comparsa di afte durante questo periodo è dovuta a diverse cause: ormonali, abbassamento delle difese immunitarie, mancanza di minerali-vitamine, stress, dieta ipovitaminica.

 


Carie.
Gli squilibri ormonali comportano una serie di conseguenze tra le quali il cambiamento della composizione della saliva. Scorretti stili di vita alimentari con una alimentazione basata da un consumo eccessivo di carboidrati ,spuntini frequenti con quantità eccessiva di zuccheri, aumentano il rischio di demineralizzazione dello smalto dentale favorendo la carie dentale. Altro rischio è dato dalla nausea e il vomito: gli acidi gastrici entrano in contatto con lo smalto dentale, lo indeboliscono e creano dei processi di demineralizzazione e rischio di carie cavitata.

Erosione dello smalto.
E' la perdita di tessuto duro del dente, causata dal contatto con gli acidi nella cavità orale. E' una erosione dello smalto a cui le donne in gravidanza devono porre particolare attenzione affinchè non si verifichi nel cavo orale un ambiente a rischio dato da: aumento dell'acidità della saliva, conati di vomito, nausee con reflusso gastroesofageo. Queste condizioni fanno abbassare il pH salivare provocando l'erosione dello smalto con superficie liscia, che presenta una forma irregolare sita solitamente vicino al colletto dentale.

 

Condividi: