Ortodonzia

Ortodontisti per una dentatura perfetta

Nel nostro studio di Avellino creiamo apparecchi fissi e mobili

Una dentatura dritta e simmetrica non solo permette una perfetta funzionalità della tua bocca, ma dona anche un alto livello estetico al tuo viso.

Chiama ora

Come funziona l'ortodonzia?

Si occupa di problematiche come malocclusione e malposizione dei denti e delle ossa facciali

La competenza specialistica, l’esperienza e l’affidabilità sono per noi una grande garanzia per i pazienti che hanno bisogno dell’Ortodonzia per riallineare i denti e quindi curare i seri problemi delle malocclusioni.
L’ortodonzia, detta anche ortognatodonzia, è quella branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, diagnosi e cura della malocclusione, malposizione dei denti e delle problematiche legate alle ossa facciali. Ha lo scopo di risolvere ed eliminare queste problematiche riportando sia il profilo facciale che l’apparato dentale nella giusta occlusione ed allineamento estetico.
Gli apparecchi ortodontici si distinguono tra mobili e fissi: l’apparecchio mobile è un dispositivo che il paziente può rimuovere e reinserire in totale autonomia, quello fisso è un’apparecchiatura attaccata ai denti e controllata e mantenuta fino a completamento dell’azione correttiva

Quali sono gli obiettivi da raggiungere con l’ortodonzia:

  • Allineamento arcata dentaria
  • Efficienza masticatoria
  • Estetica profilo facciale
  • Mantenimento dei risultati ottenuti


Leggi di più sul nostro blog

La mal posizione dentale

Le cause per cui i denti non sono tutti allineati sono molte, (morso aperto, morso profondo, inclinazioni errate, ectopie, diastemi, migrazioni, sovrapposizioni, inclusioni dentali ecc). Queste patologie arrecano problemi alla funzione masticatoria, all’estetica del viso al profilo creando quindi ripercussioni dal punto di vista psicologico

Quali sono le cause della mal posizione dentale? Esse possono essere di tipo ereditario o anche ambientali.

Fattori ereditari:

  • denti soprannumerari (denti in più rispetto alla norma)
  • affollamento dentario (troppi denti in spazio ristretto)
  • diastemi interdentali (spazio tra i alcuni denti)
  • crescita delle ossa mascellari o mandibolari in eccesso o in difetto
  • agenesie (mancanza di alcuni elementi dentali)
  • sindromi malformative genetiche (es. le labiopalatoschisi)

Fattori ambientali:

  • deglutizione infantile atipica quando viene interposta la lingua tra i denti
  • respirazione orale per ostruzione delle vie aeree superiori dovuta a adenoidi ipertrofiche, tonsille o a causa della deviazione del setto nasale allergie
  • perdita prematura dei denti decidui o permanenti (per carie o traumi o agenesie)
  • abitudini viziate, come il succhiamento del dito, ciuccio della penna o altri oggetti.

La soluzione è un intervento di ortodonzia

Esistono vari tipi di ortodonzia sia per il bambino che per l’adulto:


favion64dente

Ortodonzia Intercettiva

favion64dente

Ortodonzia mobile

favion64dente

Ortodonzia
fissa

favion64dente

Ortodonzia invisibile

favion64dente

Ortodonzia linguale

L’Ortodonzia Intercettiva

L’ortodonzia “Intercettiva” è un dispositivo applicato in tenerissima età che agisce preventivamente ed in maniera “precoce”, è sicuramente la scelta terapeutica migliore e più efficace poiché individua e quindi neutralizza tutti i problemi d’insorgenza che possono portare ad un aggravamento.
Curando in tenera età 5/6 anni un bambino si evitano tutti quei problemi di mal posizione che poi in età avanzata si renderebbero più difficili e complessi da risolvere, andando poi a gestirli con trattamenti lunghi e complessi o a volte con interventi chirurgici a fine crescita.
Si rende necessaria quindi una consapevole informazione dei genitori, in modo tale da tenere sotto controllo la crescita dei dentini del bambino, con visite frequenti intorno ai 4/6 anni, per curare subito ove ve ne fosse bisogno tutte le malposizioni dentarie che presentino un alterato ingranaggio tra le due arcate dentarie.

Quali sono gli scopi dell’Ortodonzia Intercettiva?

  • Promuovere una corretta fonazione e deglutizione
  • Ridurre la suscettibilità e l’incidenza delle carie dentali
  • Promuovere una corretta attività masticatoria
  • Prevenire ed eliminare attività respiratorie anomale
  • Prevenire affollamenti gravi e mancate eruzioni dentarie
  • Eliminare le abitudini viziate (succhiamento del dito o del ciuccio)
  • Eliminare le parafunzioni (serramento, digrignamento)
  • Semplificare o ridurre tempi e conseguenze di un trattamento tardivo
  • Eliminare le disfunzioni muscolo scheletriche

L’Ortodonzia Mobile

Gli apparecchi ortodontici mobili vengono usati prevalentemente per alcuni tipi di mal occlusioni e per le problematiche di tipo scheletriche dento-facciali, esse permettono un’armonia del volto sia estetica che funzionale, andando ad ottenere un movimento sia dentale che ortopedico in quanto correggono e guidano la crescita delle basi ossee.

L’Ortodonzia Fissa

Questo tipo di ortodonzia è costituita da piccole placchette di metallo o trasparenti attaccate direttamente sui denti. Nelle placchette dette “attacchi“ sono inseriti fili particolari di vario diametro, materiale e forma diversi dando così la possibilità insieme ad altri dispositivi, quali molle, elastici e catenelle allo spostamento e conseguente allineamento dei denti.
L’ortodonzia fissa viene utilizzata per risolvere casi complessi sia nei ragazzi che negli adulti. L’ortodonzia di tipo fissa possono essere utilizzate sia placchette “attacchi estetici (trasparenti) o metallici” il loro utilizzo dipende soprattutto dalle esigenze estetiche del paziente e dalla complessità del caso.

L’Ortodonzia Invisibile

Linguale Invisibile

L’ortodonzia linguale è una particolare tecnica ortodontica che attraverso apposite e particolari placchette che possono essere fissate nella parte interna (linguale) del dente in modo tale da renderle invisibili dall’esterno.
Con tale tecnica possiamo soddisfare esigenze di tipo estetico, con l’ortodonzia linguale rendiamo più accettabile il trattamento ortodontico; vi è un fastidio maggiore per il contatto della lingua sulle placchette, ma il tutto tende a scomparire dopo pochi giorni. Bisogna eseguire una diagnosi particolare rispetto alla malocclusione perché non è possibile applicare tale tecnica in tutti i casi.


Mascherina Invisibile

Con questa tecnica vengono utilizzate delle mascherine tipo plastica trasparenti moto sottili che vanno applicate sulle due arcate dentali da trattare.
Sfruttando la forza elastica delle mascherine che esercitano sui denti si verificano lentamente dei piccoli spostamenti. Questa è una tecnica che non prevede nè placchette, nè fili metallici, ha un ottimo confort ed è possibile rimuovere la mascherina da soli poiché non è fissa.
Con la tecnica della Mascherina Invisibile è possibile trattare solo casi dove si devono effettuare piccoli spostamenti perché non consente grandi spostamenti dentali.

Quali sono le varianti di un Trattamento Ortodontico?

Lo stesso trattamento ortodontico non può essere paragonato ad un altro, perché a nostro avviso,vi sono molte differenze quali:

  • La formazione medica
  • La competenza e l’esperienza dello specialista
  • Le varie tecniche utilizzate e scuole di pensiero
  • Il tipo di dispositivo fisso utilizzato
  • La qualità dei materiali utilizzati

  • Le forze applicate e velocità di spostamento
  • La durata del trattamento
  • Gestione del trattamento ortodontico come:
    – La gestione degli appuntamenti
    – La gestione delle urgenze
    – La gestione delle prevenzioni

Infatti la prevenzione costituisce un ruolo molto importante e spesso molto sottovalutato e in alcuni casi addirittura non gestito. Per cui vi può essere un alto rischio di carie e o danneggiamenti dello smalto durante un trattamento ortodontico, specialmente se di ortodonzia fissa.

Quali sono le conseguenze dell’Ortodonzia?

Il trattamento ortodontico è una terapia che se non eseguita in maniera appropriata può creare seri problemi nella funzione masticatoria e nella morfologia delle strutture ossee in relazione ai denti. (vedi figure)
In un ragazzino in crescita, il dispositivo ortodontico agisce sulle strutture su menzionate condizionandole positivamente (in senso terapeutico) o negativamente (in senso patologico). Questo tipo di cambiamento, in molti casi, sarà irreversibile.
Per questo motivo è molto importante che un ortodontista che si dedica esclusivamente a questo, senza avere distrazioni in altri ambiti dell’odontoiatria, sia molto preparato ed esperto, in grado di stabilire diagnosticamente la necessità terapeutica ed il momento giusto di un trattamento ortodontico, rispetto ad un non intervento che in alcuni casi, potrebbe anche essere migliore.