Implantologia

Impianti dentali in titanio

Implantologia su misura nel nostro studio di Avellino

Terapie volte alla riabilitazione della salute orale dei nostri pazienti, con lo scopo di ottenere un pieno recupero funzionale e anche una migliore estetica per il vostro sorriso.

Chiama ora

Cos'è l'implantologia dei denti?

La perdita degli elementi dentari e’ causata da processi fisiologici o patologici. Tutto questo oggi puà essere tranquillamente risolto con riabilitazioni implantoprotesiche di ultima generazione, l’implantologia guidata che ci permette di risolvere problematiche importanti come l’edentulia sia mascellare che mandibolare.
Nel nostro studio queste procedure vengono affrontate con svariate metodiche “All on Four, All on Six, con protesi fisse a barra e/o avvitate.

Ci avvaliamo di strumentazione di ultima generazione e materiali di alta qualità. Tutte queste terapie hanno lo scopo di riabilitare in maniera eccellente la bocca dei nostri pazienti e l’obiettivo di garantire il recupero funzionale della masticazione e l'estetica del vostro SORRISO.
Tutto questo e’ possibile anche grazie alla rateizzazione a tasso zero con primarie società di Leasing.

Contattaci
favion64dente

Implantologia: che cos'è?

L’implantologia dentale consiste nell’inserimento nell’osso mascellare o mandibolare (privo del dente naturale) di pilastri in titanio che, una volta integrati nell'osso stesso, potranno supportare un dente artificiale idoneo a svolgere la sua funzione. L’implantologia corona il sogno comune degli operatori dentali e dei pazienti di ricostituire il patrimonio dentale perduto in modo pressoché analogo a quello naturale, dando una valida alternativa alle protesi rimovibili (conosciute come dentiere o scheletrati), o a protesi fissate ai denti naturali prossimi a quelli perduti, con parziale demolizione di questi ultimi ad uso di pilastri (cosiddetti ponti).
Contrariamente ad una credenza tuttora comune tra i pazienti odontoiatrici in Italia, nella maggioranza dei casi l’intervento di implantologia non è difficile nè doloroso e presenta una percentuale di successo molto elevata, non comune in chirurgia.


Gli impianti dentali sono viti in titanio che vengono posizionate nell’osso sotto la gengiva attraverso una semplice procedura chirurgica. La vite costituisce la “radice” del nuovo dente che verrà costruito. Dopo la guarigione dell’osso viene preparata e posizionata la corona del dente. L’aspetto finale del nuovo dente è molto simile al dente naturale soddisfacendo così anche le aspettative estetiche del paziente.
Gli impianti possono anche essere utilizzati per stabilizzare protesi dentarie rimovibili (dentiere), determinando un miglioramento della funzione masticatoria o per ripristinare completamente in modo fisso tutti i denti perduti.
La soluzione a questo è l’Implantologia dentale.
Esistono vari campi di impiego dell’implantologia dentale:

  • Implantologia su dente singolo
  • Implantologia su denti Multipli
  • Implantologia con “Carico Immediato”
  • Arcata completa superiore o Inferiore

favion64dente

Implantologia: che cos'è?

L’implantologia dentale consiste nell’inserimento nell’osso mascellare o mandibolare (privo del dente naturale) di pilastri in titanio che, una volta integrati nell'osso stesso, potranno supportare un dente artificiale idoneo a svolgere la sua funzione. L’implantologia corona il sogno comune degli operatori dentali e dei pazienti di ricostituire il patrimonio dentale perduto in modo pressoché analogo a quello naturale, dando una valida alternativa alle protesi rimovibili (conosciute come dentiere o scheletrati), o a protesi fissate ai denti naturali prossimi a quelli perduti, con parziale demolizione di questi ultimi ad uso di pilastri (cosiddetti ponti).
Contrariamente ad una credenza tuttora comune tra i pazienti odontoiatrici in Italia, nella maggioranza dei casi l’intervento di implantologia non è difficile nè doloroso e presenta una percentuale di successo molto elevata, non comune in chirurgia.


Gli impianti dentali sono viti in titanio che vengono posizionate nell’osso sotto la gengiva attraverso una semplice procedura chirurgica. La vite costituisce la “radice” del nuovo dente che verrà costruito. Dopo la guarigione dell’osso viene preparata e posizionata la corona del dente. L’aspetto finale del nuovo dente è molto simile al dente naturale soddisfacendo così anche le aspettative estetiche del paziente.
Gli impianti possono anche essere utilizzati per stabilizzare protesi dentarie rimovibili (dentiere), determinando un miglioramento della funzione masticatoria o per ripristinare completamente in modo fisso tutti i denti perduti.
La soluzione a questo è l’Implantologia dentale.
Esistono vari campi di impiego dell’implantologia dentale:

  • Implantologia su dente singolo
  • Implantologia su denti Multipli
  • Implantologia con “Carico Immediato”
  • Arcata completa superiore o Inferiore

Implantologia su dente singolo

Gli impianti dentali ci permettono di sostituire fedelmente la funzione e l’estetica dei denti naturali oltre che a garantire comfort e salute. A differenza di quando si ricostruisce un dente singolo con il classico ponte tradizionale, dove i denti adiacenti sani vengono sacrificati. È l’impianto a sostenere l’elemento singolo mancante e non i denti vicini. Quindi mentre il ponte comporta un sacrificio biologico dei denti naturali, l’impianto ne preserva l’integrità.

Implantologia su denti multipli

Nei casi in cui siano assenti più elementi dentali posteriori, il ponte tradizionale non è eseguibile,e fino a poco tempo fa, si utilizzavano le protesi rimovibili tipo scheletrati o altro, ancorate in maniera più o meno stabile a denti residui. In questi casi invece gli impianti consentono di ripristinare la funzione masticatoria e l’estetica dentale con protesi assolutamente fisse con un risultato simile a quello della dentatura naturale.

Impianti con "carico immediato"

Normalmente gli impianti vengono inseriti chirurgicamente nelle ossa dei mascellari e devono rimanere a riposo per alcuni mesi (periodo di guarigione, come nel caso di una frattura ossea). Questo periodo, permette l’unione tra l’osso e la superficie dell’impianto.
In casi estremamente selezionati gli impianti dentali possono essere “caricati” immediatamente,ovvero nel senso, contemporaneamente all’inserimento dell’impianto, viene subito posizionata una protesi provvisoria in attesa che si ottenga il periodo osteointegrazione .Questa procedura chirurgica abbastanza delicata, permette al paziente di avere da subito i denti preservando così l’integrità sia estetica che funzionale.

Impianti dentali in arcata superiore o inferiore

Nella stragrande maggioranza dei casi sono sufficienti solo quattro o cinque impianti per riabilitare un paziente ove mancano tutti gli elementi dentari e stanco di portare una vecchia protesi rimovibile vuole una qualità di vita migliore ritornando ad avere tutti i denti fissi.
Con solo due impianti è possibile ancorare una protesi totale superiore o Inferiore già in dotazione del paziente. A differenza della stabilità precaria delle protesi mobili tradizionali che sono mantenute in posizione mediante l’uso di stancanti e costosi adesivi, le protesi totali su impianti rimangono stabilmente in posizione, anche in fase di masticazione.
Il nostro Studio usa il sistema trans-mucoso per ridurre il dolore e l’infiammazione, per l’ossigenazione dei tessuti e per una sollecita ripresa.

Di seguito un esempio di come può essere stabilizzata una protesi totale inferiore e/o superiore mediante l’utilizzo di due o più impianti impianti Questa procedura, permette al paziente, soprattutto con l’utilizzo di quattro impianti, la massima funzione masticatoria ed ottimi risultati estetici.

Casi clinici - Inserimento di impianti su dentali singoli

Esempio di come può essere risolto un caso di agenesia “mancanza” dei due incisivi laterali superiori con l’ausilio di due impianti, dopo aver creato lo spazio con l’ortodonzia Fissa, e due corone totalmente in ceramica. Questa procedura, permette ottimi risultati estetici e nessun dente del paziente deve essere coinvolto per l’applicazione di una protesi tradizionale “tipo ponte”

Casi di inserimento di Impianti con carico “Immediato”

Caso 1
Questa giovane paziente è tornata a sorridere grazie al posizionamento di impianti sia nell’arcata superiore che inferiore, per sostenere ponti fissi.


Caso 2
La frattura di questa radice, è stata risolta in una sola seduta con l’estrazione della radice stessa, il posizionamento di un impianto e del provvisorio fisso. Dopo quattro mesi è stata posizionata una corona in ceramica.


Caso 3
Questa paziente edentula (senza denti) è tornata a sorridere grazie al posizionamento di impianti nell’arcata inferiore e nella stessa giornata un provvisorio fisso. Dopo quattro mesi è stata posizionata una protesi fissa.